Vai al contenuto

La nostra storia

Carmine Cotronese

Nato a Napoli il 21/02/1988 da una famiglia di commercianti (anche con attività ristorative).

La passione per la cucina si è mostrata sin da subito guardando e aiutando mia madre a cucinare nonché collaborando nell’ambito della ristorazione familiare.

Dopo aver frequentato l’istituto alberghiero, ho avuto diverse esperienze sia nel casertano che nel resto d’Italia.

Sull’onda del mio entusiasmo per la cucina mi sono trasferito a Londra, lavorando tra gli altri anche per Jamie’s Oliver e Giovanni Rana.

Attaccamento ed amore per la mia terra mi hanno riportato qui.

Nel mio locale porterò tutto ciò che ho vissuto per trasmettere agli altri la magia dell’arte culinaria.

Molteplici hobby tra cui basso, reggae e street art hanno influenzato la mia personalità e la mia cucina, sperimentando diverse cotture e portando nei piatti ciò che ho visto in giro per il mondo. Ricerca e tecnica saranno i miei più fidati compagni in questo nuovo e meraviglioso viaggio che è Apron.

Giuseppe De Filippo

Giuseppe De Filippo, classe 1988, Architetto e collezionista maniacale di vini e vinili.

Da sempre attento osservatore delle dinamiche appartenenti al mondo dell’intrattenimento, grazie anche alla sua decennale esperienza come organizzatore di eventi musicali e disk jockey.

Con gli anni matura l’idea di trasformare le diverse passioni nel proprio lavoro, dopo questa intuizione infatti segue la frequentazione di un master in progettazione di spazi dedicati al settore Ho.Re.Ca (Hotel,Caffè,Restaurant) che gli permetterà di fondere il mondo della notte con quello della ristorazione, ed il conseguimento del diploma di sommelier AIS.

Dal costante confronto con l’amico d’infanzia Carmine nasce l’idea del progetto Apron, risultato della commistione tra passioni ed esperienze.

La nostra Filosofia

Apron abbatte le barriere e al centro rimangono lo chef e il suo lavoro in una spettacolare cucina a vista dove gli ospiti possono ammirare l’arte della preparazione dei piatti.
Il tutto in un’atmosfera intima ed elegante.

Si tratta di una ventata di freschezza, un luogo in cui trovare nuove sinergie culinarie anche grazie allo “chef’s table”, una prospettiva speciale per coloro che vi siederanno.

“ Lo scopo è trasmettere agli ospiti il concetto di ristorazione attraverso il nostro punto di vista.”

Carmine e Giuseppe
Open chat
Serve aiuto?
Salve, come possiamo aiutarvi?